Spedizione gratuita sopra i 50€
Consegna entro 3 giorni lavorativi

La piramide olfattiva e le note del profumo: come scegliere la propria fragranza senza provarla

piramide olfattiva come scegliere il tuo profumo

Le famiglie olfattive dei profumi 

Cosa rende ogni profumo speciale e unico? Le cosiddette famiglie olfattive dei profumi, che per praticità possono essere divise in 8 categorie principali. Divertiti a conoscerle per identificare quella più gradita al tuo olfatto!

  1. Esperidata, Agrumata o Citrus: sono le composizioni ricche di agrumi in cui la parte utilizzata è la scorza di frutti come: bergamotto, limone, pompelmo, madarino e arancia o  agrumi esotici, tra cui il lime. Gli agrumati così composti sono caratterizzati da freschezza e leggerezza.
  2. Fruttata: fanno parte di questa famiglia le composizioni ricche di frutta diversa dagli agrumi.
  3. Floreale o fiorita: è la famiglia che accoglie più della metà delle fragranze femminili e il cui profumo può essere ricavato da un solo fiore (Solifiore), o da più fiori (Bouquet). Oltre alla grande varietà dei fiori presenti in natura, oggi vengono utilizzate anche molecole sintetiche per ricreare il profumo di fiori rari o comunque troppo delicati per essere trattati con metodi di estrazione tradizionali. 
  4. Aromatica : è una famiglia olfattiva nelle cui composizioni aromatiche sono presenti piante aromatiche come la lavanda, che occupa il primo posto tra quelle più usate.
  5. Fougère: si tratta di un nome con cui si indicano le fragranze caratterizzate da accordo di base di lavanda, geranio, vetiver, muschio di quercia e cumarina o fava tonka ai quali si aggiungono sfumature fresche che ne esaltano la personalità.
  6. Cipriata: chiamata così perché il creatore di questa composizione olfattiva, Francois Coty, per idearla si è ispirato all’atmosfera dell’isola di Cipro. Le sue essenze principali sono: bergamotto, rosa, gelsomino, muschio di quercia, patchouli e labdano.

La piramide olfattiva e le note dei profumi  

Una volta riconosciuta la famiglia olfattiva della fragranza, ciò che contribuisce a definire un profumo è la percezione che si ha delle essenze o materie prime di cui è composta una fragranza. 

A tal proposito si parla di piramide olfattiva, con la quale si intende il grado di evaporazione dei componenti e della loro persistenza e che si divide in tre piani olfattivi

Note di testa: sono le prime ad essere percepite e sono particolarmente volatili, in quanto svaniscono dopo alcuni minuti. Nonostante questo, sono proprio queste note a produrre in noi la prima impressione, che di solito è quella decisiva per la scelta.

Note di cuore: sono più persistenti di quelle di testa e conferiscono alla fragranza una sua personalità unica, che la distingue dalle altre. Compongono la parte centrale del profumo e per percepirle si consiglia di attendere almeno 15 minuti.

Note di fondo (o base): sono le note olfattive di maggiore persistenza, che danno alla fragranza sostanza e profondità, e anche se a determinare la scelta del profumo sono in genere le note di testa, quelle di fondo ne determinano la fedeltà.

Conosci già le tue preferenze in termini di note olfattive? Nei prossimi articoli ti sveleremo la piramide olfattiva dei nostri preziosi diffusori per ambiente all’aroma di cocktail: così potrai scegliere il tuo preferito!

Iscriviti alla nostra newsletter per non perderti le nostre novità.

Lascia un commento

Start typing and press Enter to search

Carrello

Nessun prodotto nel carrello.